Top

New York

NEW YORK: come in un film

Il mio primo viaggio transatlantico è stato New York. Perché? Forse per questo mito americano che ti induce per anni il grande schermo. Forse perché come primo viaggio fai da te è sicuramente uno dei più semplice, visto quanto è turistico.  In ogni caso è stata la mia prima scelta e qui vi descrivo cosa ho fatto giorno per giorno.

Clicca sulla foto per leggere i miei 6 giorni a NYC

Ecco come organizzare un viaggio a New York:

Il volo

Ho volato con Alitalia, volo prenotato a gennaio per maggio a 415 euro andata e ritorno. Sicuramente se ci stai dietro grazie al fatto che è una tratta molto servita puoi trovare dei voli ancora migliori. All’ora per me è stato un prezzo perfetto.

  • MALPENSA 13:00 – NEW YORK JFK 16:10         04.05.2017
  • NEW JORK JFK 20:30 – MALPENSA 10:40          10.05.2017 – 11.05.2017

Si parte da Malpensa alle 13.00 e si arriva all’aeroporto KFC alle 16.10. Mentre voli verso l’America guadagni 6 ore ma arrivi un pochino stanco. A New York ci sono tre aeroporti:

  • KFC: è il principale aeroporto di New York, Dispone di nove terminal collegati fra di loro mediante l’Air Train, un treno gratuito con alta frequenza, che consente di arrivare a stazioni di metroo treno con corse che portano a Manhattan.
  • Newark: è il secondo aeroporto più importante di New York. Ha un traffico aereo simile a quello del John F. Kennedy. Dispone di tre terminal collegati fra di loro con l’Air Train, un treno gratuito con una frequenza di 3 minuti durante il giorno e di 15 a partire da mezzanotte.
  • LaGuardia: è l’aeroporto più vicino a Manhattan. Si trova a poco più di 10 chilometri dall’isola, nel quartiere di Queens. Dispone di quattro terminal ed è utilizzato principalmente per voli nazionali.

L’alloggio

A meno che voi non troviate l’offerta del secolo per Manhattan dimenticatevi di spendere poco. Documentandomi un po’ ho optato per dormire fuori Manhattan, in un alloggio a Williamsburg, nel quartiere di Brooklym. Prenotato su Airbnb al costo di 500 euro per 6 notti in due. Avevamo la nostra stanza con bagno condiviso e possibilità di utilizzare la cucina. Il nostro host, Marc, è stato molto gentile e ospitale.

La città è divisa in diversi distretti:

  • Queens
  • Brooklyn: Williamsburg è parte di Brooklyn, appena sopra al ponte di Williamsburg che collega il quartiere a Manhattan.
  • The Bronx
  • Staten Island
  • Manhattan: la quale a sua volta da sud a nord si divide in
    • Lower Manhattan e il Financial District dove trovi Wall Street, il museo e memoriale dell’11 settembre e la Statua della Libertà
    • SoHo e Chinatown: in mezzo se cerchi bene trovi anche Little Italy
    • East Village e Lower East Side
    • Greenwich Village, Chelsea e il Meatpacking District
    • Unino Square, Flatiron District e Gramercy
    • Midtown: il centro di Manhattan con Times Square, l’Empire State Building, i teatri di Broadway, il MoMa, Bryant Park, grattacieli e negozi
    • Upper East Side e Central Park
    • Harlem e Upper Manhattan

Una volta prenotato VOLO e ALLOGGIO ci sono ancora due cose importanti da fare:

  • l’assicurazione sanitaria: puoi appoggiarti a un’agenzia di viaggio oppure puoi scegliere uno dei tanti siti. Per questo punto non so consigliarti al meglio perché avevo intrapreso la prima scelta. Il solo consiglio è quello di farla assolutamente dal momento che la sanità in America costa davvero tanto e nella vita nulla è prevedibile!!
  • visto ESTA: è un visto obbligatorio che ti permette di entrare negli Stati Uniti d’America per soggiorni fino a 90 giorni. Può essere fatto online, dal tuo divano, o anche in questo caso potete appoggiarvi a un’agenzia ma ovviamente il costo sarà un pochino più alto. Online è molto semplice, troverai diverse piattaforme su cui farlo, ti consiglio quella ufficiale. Il costo, dal 26 maggio 2022. è aumentato a 21 dollari, precedentemente era di 14 dollari. Il visto deve essere ottenuto entro 72 ore; considerando che l’ESTA è valido per due anni, ti consiglio di muoverti per tempo per essere certo che tutto vada a buon fine… ecco, non ridurti al quarto giorno prima della partenza!!

New York City Pass

Un piccolo paragrafo lo voglio a dedicare a questa opzione, il New York city PASS, l’opzione che ti permette di risparmiare a una modica cifra. Non è l’unico pass per visitare New York ma sicuramente tra tutti il più semplice ed economico. Il nostro era costato 122 dollari, attualmente (2023) su diversi siti l’ho trovato a 127. Il pass è valido 9 giorni e il nostro comprendeva:

  • Visita all’Empire State Building
  • Museo americano di storia naturale
  • The Metropolitan Museum of Art
  • Top of the Rock Observation Deck O   Museo Guggenheim
  • Statua della Libertà ed Ellis Island O   Crociere Circle Line
  • Memoriale e Museo dell’11 settembre O   Intrepid Sea, Air & Space Museum

Il tutto dipende da cosa sei interessato a visitare. A ogni modo tieni a mente questi preziosi consigli “economici” che la lonely planet mi ha dato sui principali luoghi d’interesse (la lista sarebbe ben più lunga):

  • Il memoriale e museo dell’11 settembre è gratuito ogni lunedì dalle 15.30 alle 17.00. Verifica sempre dal sito ufficiale.
  • High Line: un parco che si sviluppa sulla ferrovia sopraelevata in disuso della West Side Line
  • America Museum of Naural History: se non prenoti online hai la possibilità di visitare con un’offerta libera “consigliata” (suggest admission). Quest’ultima può cambiare, ecco il sito dove trovare tutte le informazioni aggiornate.
  • MoMa: prima del covid ogni venerdì pomeriggio l’ingresso era gratuito, attualmente non lo è. Da verificare sul sito eventuali cambiamenti. Il biglietto include anche la visita gratuita al MoMA Ps1, il centro di arte contemporanea a Long Island City.
  • Guggenhaim: sabato dalle 17.00 alle 20.00 l’ingresso è gratuito
  • Metropolitan Museum of Art: nel 2017 era ancora possibile entrare con un’offerta libera, dal 1/03/2018 non è più possibile.

Verifica ogni informazione! La mia guida della lonely Planet del 2014, nona edizione, utilizzata nel 2017, ha già tante cose da aggiornare. Nel frattempo, sono uscite nuove edizioni.

E’ ora di partire…New York arriviamo!!
0

Comments:

  • Marzo 31, 2024

    Your writing style is captivating! I was hooked from the first paragraph. The way you weave facts with narrative is truly skillful. This post not only informed me but also entertained. Can’t wait to see what you write next!

    reply...

post a comment