Top
  >  Trekking   >  Il sentiero dell’Infinito da Campiglia a Portovenere

Per un’altra camminata nel levante della nostra amata Liguria vi propongo il sentiero dell’Infinito. Si tratta di una tra le camminate più panoramiche della Liguria, insieme a quella del passo del bacio da Camogli a San Fruttuoso (qui trovi l’articolo dedicato). Il sentiero si affianca al Golfo dei Poeti, ovvero il Golfo di La Spezia. Chiamato “Dei Poeti” proprio perchè amato da scrittori e artisti che soggiornarono in questa splendida insenatura del Mar Ligure. 

Il sentiero dell’infinito è in realtà una camminata di 14 km che collega Riomaggiore, la prima delle Cinque Terre da La Spezia, a Portovenere (circa 4-5 ore). Qui ti riporto la mia esperienza, un sentiero dell’Infinito un po’ meno infinito. Reduci da un weekend impegnativo di camminate abbiamo accorciato la camminata partendo da Campiglia.

PARTENZA: campiglia (sp)
ARRIVO: portovenere (sp)
DISLIVELLO: IN discesa 450 M
TEMPO DI PERCORRENZA:  1H40′ 
SEGNAVIA: av5t
DIFFICOLTÀ: E
avvicinamento al sentiero

Se sei in macchina, una volta uscito dal casello di La Spezia, segui le indicazioni per arrivare a Campiglia, una stradina tortuosa e un po’ stretta (te ne accorgerai se avrai la fortuna di incontrare qualcuno che scende) che si inerpica per le colline sovrastanti il golfo. All’inizio del sentiero puoi parcheggiare lungo la strada oppure poco più avanti trovi un parcheggio sterrato gratuito. Ti condivido il punto di inizio del sentiero su google maps.

Se pensi di raggiungerla con mezzi pubblici…non è accessibilissimo ma fattibile. Dovrai solo documentarti con tempo per eventuali orari e coincidenze, ecco il sito dove potrai scaricarti il libretto orario annuale. Dalla stazione di La Spezia trovi il capolinea del mini bus numero 20 diretto a Campiglia.

portovenere orari estivi 2023
Orari estivi 2023

Ultima possibilità (l’ho letto in qualche blog e ve la riporto): se siete in 4 e avete due macchine, prima ne parcheggiate una a Portovenere e con la seconda andate a Campiglia. In questo modo, facendo solo il sentiero in discesa, una volta arrivati non sarete legati a orari di bus e potrete far riposare le vostre gambette. 

Noi cosa abbiamo fatto? Lasciato la macchina a Campiglia e preso l’autobus con cambio ad Acquasanta dove passa il mitico mini bus numero 20. Continua a leggere per sapere del nostro ritorno. 

Percorso

Da Campiglia a Portovenere il percorso è semplice, adatto a tutti. E’ una camminata piacevole alternata tra scorci e viste panoramiche sul Golfo. E’ ben segnalato, segui le indicazioni per AV5T e ti porteranno dritto dritto a Portovenere. Non c’è rifornimento d’acqua lungo il sentiero ma dopo neanche una mezzoretta che camminavamo ci siamo imbattuti nella “Gitana on the road” (@segui_la_gitana) un simpatico chiosco dove puoi fare una buona colazione. Noi siamo passati subito alla pausa birretta ma sono dettagli. 

Da poco dopo il chiosco della Gitana ci sarà un piccolo tratto su asfalto ma sei riparato dall’ombra degli alberi. All’altezza della cava di Canese del marmo di Portoro riinizia il sentiero. Da qui puoi fare una piccola deviazione per salire al Forte Muzzerone. Proseguendo invece potrai raggiungere Portovenere da due sentieri, il primo che passa dal rifugio Muzzerone, il secondo che sbuca dall’alto del Castello Doria, tempistiche identiche. Prendiamo il secondo, forse per non farci tentare da qualche piatto invitante, le foto sembravano molto interessanti. 

Affiancando il castello, si scendono le scale che portano alla porta del Borgo. Lì vicino troverai una fontana dove rifornirti d’acqua e la Pro Loco dove chiedere tutte le informazioni e comprare i biglietti dell’autobus se non vuoi tornare da dove sei arrivato.

Ritorno

Hai diverse possibilità:

  1. ritornare sui tuoi passi, la strada sarà tutta in salita ma non demordere, il panorama è sempre gratificante;
  2. prendere l’autobus per La Spezia, scendere alla fermata di Acquasanta e prendere il bus numero 20 per Campiglia e recuperare la macchina. Fai sempre riferimento a  il sito dove potrai scaricarti il libretto orario annuale. Oppure chiedi alla Pro Loco che saprà indicarti al meglio tutti gli orari e i cambi. 
  3. se sei arrivato in treno, prendere il bus per La Spezia e scendere alla stazione. 

Sei in Liguria e vuoi fare altre esperienze nel levante? 

Ecco alcuni articoli che potrebbero interessarti:

post a comment